Archivio

Aura

Viviamo in un’epoca di privatizzazione di quasi ogni cosa, dall’educazione alla previdenza sociale fino alle istituzioni culturali. L’aspetto più sconvolgente di questa tendenza è probabilmente la privatizzazione degli spazi urbani. Nel processo di modernizzazione della città, sempre più spazi pubblici vengono commercializzati e convertiti in luoghi semi-pubblici, meglio attrezzati ma >…

Non evidenziamo nulla di nuovo quando parliamo della relazione che lega l’arte alla geografia. Ancora oggi territori sospesi, geopolitica, nomadismo e transitorietà non smettono di essere le fonti di narrazioni intime e personali, oltre che, con il sostegno di documenti e oggetti storici, l’occasione per la presentazione di trasformazioni epocali >…

Pedro G. Romero (Aracena, Huelva, 1964), vive e lavora a Siviglia. Artista, svolge un’attività interdisciplinare tra pittura, scultura e curatela. Il progetto FX Archive è stato esposto in diversi musei, con il progetto La Farsa Monea (2017), insieme a Niño de Elche e Israel Galván, è stato invitato a dOCUMENTA14. >…

Un’ingenua paziente esplorazione di un inafferrabile universo di storie e materiali attraverso un ambiente multiplo e confini da ridefinire. Un’instantanea tra tecnologia e studi umanistici, di un’esperienza politica stimolatrice di processi evolutivi attraverso una partecipazione alla contestazione dell’esistente. Martina Muzi Le dinamiche culturali del nostro tempo si profilano sempre più >…

L’industria Biennale Come è possibile affermare ancora domini separati là dove l’economia dell’informazione produce una coincidenza immediata tra struttura e sovrastruttura, tra lavoro e società, tra industria e creatività  L’identificazione, se ancora fosse possibile, di una «esteriorità» sociologica dell’arte ai rapporti capitalistici di produzione potrebbe riabilitare una categoria modernista qual >…

Newsletter

Per essere sempre aggiornato iscriviti alla nostra newsletter

al trattamento dei dati personali ai sensi del Dlg 196/03