Tiziana Drago

Ricercatrice di Letteratura greca all’Università di Bari, attivista, blogger. Studia la letteratura erotica antica, l’epistolografia, le strategie allusive e le dinamiche intertestuali nelle letterature classiche. Ha combattuto contro l’approvazione della riforma universitaria Gelmini (l’editore Guida ha pubblicato una sua testimonianza di quella mobilitazione: Preferisco di no. I ricercatori indisponibili e la riforma epocale, 2012). Si interessa di conoscenza nella scuola e nell’università: delle politiche che la limitano e dei movimenti in cui resiste. Coautrice di Aprire le porte. Per una scuola democratica e cooperativa (Castelvecchi, 2018), è tra i promotori dell’Assemblea Nazionale Università Bene Comune. Fa parte dell’Officina dei saperi, fondata da Piero Bevilacqua, che riunisce intellettuali di diverse discipline accomunati dalla critica alla cultura neoliberista, alle sue strategie e alle sue pratiche. Collabora a quotidiani, blog e riviste («il Manifesto», «Alias», «MicroMega», «Comune.info-net», «il Tetto», «Meno di zero», «Inchiesta», «La città futura»).

Archivio

Articoli

Newsletter

Per essere sempre aggiornato iscriviti alla nostra newsletter

al trattamento dei dati personali ai sensi del Dlg 196/03