Annalisa Metta

Architetto, dottore di ricerca in Architettura dei parchi, giardini e assetto del territorio, Annalisa Metta è professore associato in architettura del paesaggio presso il Dipartimento di Architettura dell’Università degli Studi Roma Tre, dove, dal 2010 come ricercatrice, insegna teoria e progettazione degli spazi aperti. Nel 2016/2017 è stata l’Italian Fellow in Architecture/Landscape Architecture presso l’American Academy in Rome, dove ora è consulente in architettura del paesaggio. È autrice del volume Paesaggi d’autore. Il Novecento in 120 progetti (Alinea, 2008). Tra gli altri suoi libri più recenti: Compresenze. Corpi, azioni e spazi ibridi nella città contemporanea (RomaTre Press, 2017, con G. Caudo e J. Hetman) e Anna e Lawrence Halprin. Paesaggi e coreografie del quotidiano (Libria, 2015, con B. Di Donato). Il libro Southward. When Rome will have gone to Tunis è in uscita per Libria a gennaio 2018, con musiche di Jonathan Berger.

Archivio

Articoli

Giardini di saggezza in Occidente, di Hervé Brunon, è un condensato di coltissime argomentazioni filosofiche e storiche, intrecciate a ubiqui rimandi alla cultura del giardino occidentale. È un libro densissimo, un concentrato di idee, proposizioni, citazioni letterarie, artistiche e, naturalmente, giardinistiche che danno ebbrezza. Non avendo, mio malgrado, sufficienti chiavi >…

Newsletter

Per essere sempre aggiornato iscriviti alla nostra newsletter

al trattamento dei dati personali ai sensi del Dlg 196/03