Afshin Kaveh

Sopravvive nella costa nord-ovest della Sardegna, tra saltuari lavori manuali, arti marziali, dérive, escursioni e pedalate. Ecologista radicale, antispecista e straight edge. Autore di saggi e contributi per riviste e blog. Negli ultimi anni, oltre alla tematica della droga (Fare di tutta l’erba un fascio. La spettacolarizzazione della droga, Sensibili alle foglie, 2017) sta dedicando le sue ricerche alla vita e al pensiero di Debord (Le ceneri di Guy Debord, Catartica Edizioni, 2020).

Archivio

Articoli

Newsletter

Per essere sempre aggiornato iscriviti alla nostra newsletter

al trattamento dei dati personali ai sensi del Dlg 196/03