È solo l’inizio

Rifiuto, affetti, creatività nel lungo '68

Student Uprising In Paris, May 1968
Parigi, maggio 1968 - Foto Keystone-France/Gamma-Keystone via Getty Images.

Quali rotture ha determinato il ’68 e in che misura alcune di queste continuano a risuonare ancora oggi?  Sono questi i temi affrontati dal libro «È solo l’inizio. Rifiuto, affetti, creatività nel lungo ’68», da oggi in libreria per ombre corte, a cura di Ilaria Bussoni e Nicolas Martino. Diversi autori – appartenenti, nella maggior parte dei casi, a una generazione più giovane che non ha partecipato al ’68 – sono chiamati a interrogarsi su ciò che rimane vivo dell’ultima grande rivoluzione del Novecento. In questo Focus ne anticipiamo alcuni estratti. Il volume comprende interventi di: Peppe Allegri, Eric Alliez, Nanni Balestrini, Franco Berardi Bifo, Daniel Blanchard, Ilaria Bussoni, Federico Chicchi, Andrea Colombo, Pierre Dardot, Ida Dominijanni, Giovanna Ferrara, Claire Fontaine, Piero Gilardi, Gabriele Guercio, Maurizio Lazzarato, Nicolas Martino, Cristina Morini, Letizia Paolozzi, Franco Piperno, Gilda Policastro, Francesco Raparelli, Lidia Riviello, Marco Scotini, Sarantis Thanopulos, Elvira Vannini, Benedetto Vecchi, Paolo Virno, Federico Zappino.

Newsletter

Per essere sempre aggiornato iscriviti alla nostra newsletter

al trattamento dei dati personali ai sensi del Dlg 196/03