L'Ouverture

1. majakovski ok
Istubalz, Collage (2020).

«Scrittura e movimento» di Franco Berardi Bifo, pubblicato quasi cinquant’anni fa, e ora riproposto da ombre corte in una nuova edizione aggiornata  – con una nuova introduzione dell’autore e una postfazione di Nicolas Martino  –, è un piccolo classico di quella teoria radicale che, nata in Italia tra gli anni Sessanta e Settanta, ha conquistato la scena culturale internazionale. Un >…

job 996 AV16 Claire Fontaine at Vane
Claire Fontaine, MECW (Karl Marx Frederick Engels Collected Works brickbats), 2016.

Performance, materia, affetti (Bulzoni, 2021) è un testo di Ilenia Caleo che si configura come una «cartografia femminista». Questo consente immediatamente di mettere a fuoco due punti rilevanti: come la modalità cartografica del pensiero si contrappone alla decalcomania e apre a connessioni inedite; il ruolo giocato dal posizionamento femminista nella >…

Cosa ci è dato enunciare/vedere a partire dall’ispessimento della cronaca planetaria degli ultimi due anni, tanto da intra-vedere la precipitazione di un nuovo orientamento del sapere (archivio audio-visivo)? Per dirla con Deleuze, via Foucault, un nuovo «strato» storico si sta configurando. Esso poggia su un terreno socio-economico magmatico (il lettore, >…

Sempre lo stesso super armato ricco bello bianco eppure… Il nuovo 007 non viene fatto fuori per anzianità, per scomodità, perché non rispetta le regole d’ingaggio, perché non rivendica quell’alibi antico per cui il danno collaterale, il male minore, lo giustifica il bene di tutti (tutti chi?), perché in qualche >…

Il Cile è una striscia di terra stretta e lunga dove il mondo finisce, ma anche ricomincia. Dal Cile è passata la ristrutturazione neoliberista che dal 1973 ha investito il mondo occidentale negli ultimi cinquant’anni, e da lì provengono una serie di eventi che sembrano annunciare la fine di un >…

Invenzione del quotidiano, osservazione del reale e pratiche di socialità condivise. Di questo si occupa ZimmerFrei, collettivo attivo dal 2000 e composto dalla filmmaker Anna de Manincor e dal musicista e sound designer Massimo Carozzi. Un cinema del reale contaminato con pratiche interdisciplinari, installazioni video, opere sonore, laboratori partecipativi e >…

In occasione dell’uscita del libro In fiamme. La performance nello spazio delle lotte (1967-1979) per b-r-u-n-o editore, pubblichiamo la prefazione delle curatrici. Il volume interroga la scena del lungo Sessantotto in Italia all’incrocio tra sperimentazioni artistiche e politiche dei movimenti, alla ricerca di questioni che ancora assediano e turbano il >…

La Palestine Heirloom Seed Library è un archivio di sementi, ideato da Vivien Sansour, per salvaguardare antiche varietà minacciate di estinzione. Artista, attivista e antropologa, dagli Stati Uniti dove si era trasferita con la famiglia, è tornata in Palestina, dove da diversi anni ricerca e raccoglie sementi che stanno scomparendo, >…

Tutto era già scritto nella dichiarazione di indipendenza del Cyberspazio, scritta da John Perry Barlow nel 1993: In nome del futuro chiedo a voi del passato di lasciarci in pace. Non siete benvenuti tra noi. Non avete sovranità nel territorio in cui noi ci riuniamo. Non abbiamo eletto nessun governo >…

le sudate carte

I libri dell’OperaViva

Sul piacere che manca

Etica del desiderio e spirito del capitalismo

Contro l’asservimento del desiderio, per una gioia dell’esistenza.

Lo spettatore emancipato

di Jacques Rancière

Una comunità emancipata è una comunità di cantastorie e di traduttori.

Gli indesiderati

di Fabrizio Ferraro e Valerio Calandro

Benjamin si lancia verso le vette dei Pirenei, spinto soltanto dal disperato desiderio di salvare i suoi scritti, per lui più preziosi della vita.

Newsletter

Per essere sempre aggiornato iscriviti alla nostra newsletter

    al trattamento dei dati personali ai sensi del Dlg 196/03