L'Ouverture

Claire Fontaine, Orgasm Neon (Female) 2009
In a manner of speaking

Tecniche per mantenersi sospesi su una voragine con o senza baci. A proposito del libro di Massimo Recalcati "Mantieni il bacio. Lezioni brevi sull'amore".

Alfredo Jaar Es usted feliz (2)
Alfredo Jaar, Studies on Happiness (1981).

Gli anni Ottanta compiono quarant’anni, ma continuano a essere catturati nella contraddizione della condanna senza appello, da un lato – gli anni della sconfitta dei movimenti e della vittoria dei padroni – e nella loro esaltazione dall’altro – gli anni felici del benessere e del divertimento. In questo Focus proviamo a leggerli come gli anni della premonizione, anni che tornano >…

Fiamma Montezemolo, color by chance, 2010
Fiamma Montezemolo, color by chance (2010).

È un’ambiziosa e preziosa opera aperta, teorica e pragmatica, quella che il grande filosofo e ricercatore sociale Bernard Stiegler, fondatore e direttore dell’IRI (Institut de Recherche et d’Innovation presso il Centro Georges Pompidou) e presidente di Ars Industrialis tenta con il suo primo volume su La società automatica. 1. L’avvenire >…

Enea: «Voglio accendere quella lampada luminosa… come Venere, come Marte, come Livia». Per Livia, per Enea, due bambini.  Durerà? Oltre questa estate di presenza, dove tutte le cose stanno lì dove devono stare, niente scarta da niente e la vita scorre così naturale da non sembrare nemmeno un miracolo?  È >…

Un’anticipazione dal libro Decolonialità e privilegio. Pratiche femministe e critica del sistema-mondo (Meltemi editore, 2020, pp. 266) di Rachele Borghi. L’entrata in uso negli anni Ottanta del termine postcolonia­lismo non ha contribuito a fare chiarezza. Il prefisso post, nonostante non avesse un valore temporale ma andasse piuttosto ad indicare il >…

Pubblichiamo qui un estratto dal libro Il cine-capitale. Il Cinema di Gilles Deleuze e il divenire rivoluzionario delle immagini, di Jun Fujita Hirose, appena pubblicato da ombre corte con una prefazione di Ubaldo Fadini.  Uccelli di tutto il mondo, unitevi! Nel primo capitolo di L’immagine-movimento, prendendo come esempio Ėjzenštejn, Gilles >…

La crisi ecologica si intreccia a una vasta gamma di problemi sociali, dall’intensificarsi della violenza all’austerità e alle tensioni internazionali. Xenofobia, populismo, persino la nostalgia del fascismo, sembrano essere le sole risposte alle ansie di chi è stato colpito dalla globalizzazione selvaggia e dalla spietatezza neoliberale  Viviamo una crisi multiforme. >…

Giorgio de Finis ha fatto degli errori. Per dirne una, la cosa veramente brutta del suo Asilo era la collezione del Macro esposta permanentemente. Ma, d’altra parte, quella non l’aveva costruita lui, non è stato lui ad aver speso i soldi pubblici a quel modo. Ma lo biasimo lo stesso, >…

The Hateful Eighties: Maledetti davvero gli anni Ottanta, chiusi tra una condanna senza appello, gli anni di merda senza alternativa, quelli della sconfitta dei movimenti e della vittoria dei padroni, e l’esaltazione euforica, gli anni dell’edonismo e del disimpegno narcisista. Eppure negli ultimi mesi si sta moltiplicando l’interesse verso questo >…

Pubblichiamo un estratto da Politique de la végétation. Pratiques artistiques, stratégies communautaires, agroecologie (Eterotopia France, 2019). Politiques de la Végétation, appena uscito in Francia, presenta una genealogia e un insieme di esperienze in cui pratiche artistiche, attivismo e produzione di spazi si incontrano per mettere in evidenza i rapporti tra agricoltura e >…

La riflessione che pubblichiamo nasce dalla mostra che lo stesso autore, l’artista Gianluca Belloni ha allestito presso la Galleria Le Vite a Milano. Il titolo, 1.182,5 kW h, è la quantità di energia termica che si libera sfruttando la combustione di una cubatura di legno di 293 x 545 x >…

In occasione dell’incontro sugli anni Ottanta, The Hateful Eighties. Luccicanza di fine-inizio secolo – Museo Macro Asilo, martedì 17 dicembre (ore 11.00 – 13.00 Auditorium) con Peppe Allegri, Tommaso Ariemma, Ilaria Bussoni, Paolo Davòli, Nicolas Martino, Lorenza Pignatti, Viviana Vacca – pubblichiamo una breve anticipazione dal numero 10 del giornale >…

Non è fatto inedito che tra arte e politica, tra cinema e movimenti, ci sia uno stretto legame. Anche laddove ci si nasconde dietro il neutrale, l’impolitico, l’oggettivo – anzi, potremmo dire che tale nesso si rafforzi proprio quando cerca di essere celato, nascosto o non viene percepito. È questo >…

Non è importante cosa questo movimento significhi in termini elettorali. L’importante è che questo movimento esista. Che il tema della violenza di genere esista. Che esista assieme a quello del lavoro, delle migrazioni. Perché sono questi i temi che nessuna agenda politica tiene in seria considerazione. Non abitiamo nei tempi >…

Venerdì 22 novembre, alle ore 16, presso il MACRO ASILO, Via Nizza 138, Roma, si terrà l’incontro La crisi di una cultura, con la presentazione dei volumi editi da manifestolibri: Sinistra di Massimo Ilardi, Contro il populismo di sinistra di Éric Fassin, Dall’uguaglianza all’inclusione di Nicolò Bellanca. Interverranno: Massimo Ilardi, Nicolò Bellanca, Michele Prospero, Giso Amendola, >…

Che di tradimento si tratti è detto esplicitamente, e quasi rivendicato, con commisurata ironia, sin dall’incipit di Postcritica (edito per i tipi di Quodlibet), una vivacissima ricognizione del campo che Mariano Croce àncora ai concetti, di derivazione spinoziana, di asignificanza, materia, affetti. Il tradimento, vedremo fino a che punto e >…

le sudate carte

I libri dell’OperaViva

Lo spettatore emancipato

di Jacques Rancière

Una comunità emancipata è una comunità di cantastorie e di traduttori.

Gli indesiderati

di Fabrizio Ferraro e Valerio Calandro

Benjamin si lancia verso le vette dei Pirenei, spinto soltanto dal disperato desiderio di salvare i suoi scritti, per lui più preziosi della vita.

Lo sciopero umano. E l'arte di creare libertà

di Claire Fontaine

35 brevi saggi di un «artista collettivo» capaci di affinare le armi della critica dell’esistente e della produzione di concetti: lo «sciopero umano», l’artista ready-made, un nuovo femminismo.

Newsletter

Per essere sempre aggiornato iscriviti alla nostra newsletter

al trattamento dei dati personali ai sensi del Dlg 196/03