Archivio

Aura

Eravamo sul finire dell’Ottocento, in oscillazione ambigua tra materia inanimata e vitalità autonoma delle immagini, quando tra i Frammenti sull’espressione, Aby Warburg ha scritto Tu vivi, eppure non mi fai niente. La cattività dell’immagine, dunque, che quando espone la propria vita, rischia di essere prudentemente controllata e disarmata, ricondotta all’ordinaria >…

The Hateful Eighties: Maledetti davvero gli anni Ottanta, chiusi tra una condanna senza appello, gli anni di merda senza alternativa, quelli della sconfitta dei movimenti e della vittoria dei padroni, e l’esaltazione euforica, gli anni dell’edonismo e del disimpegno narcisista. Eppure negli ultimi mesi si sta moltiplicando l’interesse verso questo >…

Intro Resta, fino a dissuaderci da morte l’anima nostra da sola senza nessun paesaggio al cioccolato, infinitesimale progresso verso la luna, l’una e l’altra delle anime morte se ne torna in vita. Resta, fino a dissuaderci da morte l’anima nostra, contraria al corpo Per infinitesimale scarto, per un voto lasciato >…

La riflessione che pubblichiamo nasce dalla mostra che lo stesso autore, l’artista Gianluca Belloni ha allestito presso la Galleria Le Vite a Milano. Il titolo, 1.182,5 kW h, è la quantità di energia termica che si libera sfruttando la combustione di una cubatura di legno di 293 x 545 x >…

Non è fatto inedito che tra arte e politica, tra cinema e movimenti, ci sia uno stretto legame. Anche laddove ci si nasconde dietro il neutrale, l’impolitico, l’oggettivo – anzi, potremmo dire che tale nesso si rafforzi proprio quando cerca di essere celato, nascosto o non viene percepito. È questo >…

L’11 settembre 1973, con il golpe dei militari in Cile, iniziava l’esperimento neoliberista che dalle coste del Pacifico si sarebbe poi diffuso nel resto del mondo occidentale, smontando progressivamente il welfare e inaugurando un lungo ciclo di passioni tristi. In effetti la logica della finanziarizzazione dell’economia, della competitività diffusa e >…

Essere stranieri, essere estranei, vivere in un mondo che si fa improvvisamente inconoscibile, è un’esperienza che ciascuno di noi può fare nel corso della sua esistenza; ed è un’esperienza che può consentirci di cogliere meglio il senso acuto e lacerante di ogni fenomeno di emigrazione e immigrazione. La possibilità di >…

Una locandina blu che dice Picasso e l’Africa, la Torre, il mare… Questi elementi si susseguono sulla strada panoramica della Costiera Amalfitana e danno il benvenuto a Cetara. In un solo colpo d’occhio catapultano il viaggiatore in un mondo fatto di scambi, di arte e di cultura tenuti insieme dal >…

Nella sua capitale intellettuale anche quest’anno l’estate turca offre un brillane palinsesto di esposizioni e attività culturali che hanno la capacità di dialogare con i più importanti circuiti internazionali. Irrinunciabile, per chi ha voglia di puntare sulle eccellenze, è il corollario creativo che l’Istanbul Modern propone ai propri visitatori, stanchi >…

Che cosa sia il tempo, se nessuno me lo chiede, lo so. Ma se qualcuno mi chiede di spiegarlo, allora ecco che subito non lo so più. Più o meno così esprimeva l’interrogazione sul tempo Sant’Agostino nelle sue Confessioni, testo fondante del pensiero Occidentale. E prima di lui Aristotele e >…

Per capire cosa sono stati i luccicanti e odiosi Eighties, basterebbe guardare con attenzione una foto nella quale è ritratto Massimo Cacciari che accompagna Mara Venier al carnevale di Venezia, indicando, con il braccio teso e l’indice puntato qualcosa che sta fuori dal quadro, sulla sinistra rispetto a chi guarda: >…

Newsletter

Per essere sempre aggiornato iscriviti alla nostra newsletter

al trattamento dei dati personali ai sensi del Dlg 196/03